Il RISARCIMENTO DANNI

SE HAI SUBITO UN DANNO DA:

  • INCIDENTE STRADALE

  • INFORTUNIO SUL LAVORO

  • MALASANITA’

  • ALTRI EVENTI

SE UN TUO PARENTE O CONOSCENTE E’ STATO VITTIMA DI UN INCIDENTE MORTALE , L’ASSOCIAZIONE ARCO CONSUMATORI METTE A DISPOSIZIONE DEGLI ASSOCIATI UN TEAM DI SPECIALISTI LEGALI, PERITI E MEDICI PER FARTI OTTENERE IL MASSIMO RISARCIMENTO DALLA COMPAGNIA ASSICURATIVA E/O DAL TERZO RESPONSABILE CIVILE.

INCIDENTE STRADALE

In materia di risarcimento danni da incidenti stradali la Legge prevede che, in specifici casi, si applichi la procedura dell’ “indennizzo diretto”; tramite tale modalità, la liquidazione dei danni subiti avviene direttamente da parte della Compagnia assicurativa del danneggiato, e non di quella del responsabile del sinistro.

In particolare, l’indennizzo diretto trova applicazione nei casi di seguito elencati:

  • I veicoli coinvolti ed identificati nell’incidente devono essere necessariamente due, assicurati ed immatricolati in Italia

  • Entrambi o solo uno di essi è targato con la nuova normativa entrata in vigore dal 2007

  • I danni fisici causati dall’incidente stradale devono rientrare nelle microlesioni (invalidità permanente non superiore al 9%).

La Compagnia assicurativa del danneggiato, quindi, provvede ad anticipare il risarcimento del danno per conto di quella di controparte, salvo poi ottenere da quest’ultima un conguaglio forfettario secondo le regole stabilite dalla Convenzione tra Assicuratori per il Risarcimento Diretto (c.d. CARD), alla quale entrambe le compagnie devono aver aderito.

Il complesso scenario che il danneggiato si trova a dover affrontare, necessita sicuramente della tutela da parte di una Società specializzata e con un’esperienza decennale all’interno del mondo assicurativo e legale, che permette di ottenere sempre il miglior risultato in termini di tempistiche ridotte e di massimo risarcimento.

Vi forniremo una consulenza specializzata per l’analisi del sinistro, al fine di comprenderne i profili di responsabilità, e vi assisteremo fin dalla fase di apertura del sinistro presso la Compagnia Assicuratrice, allo scopo di ottenere il massimo del risarcimento; inoltre, grazie alla collaborazione di Medici convenzionati, saremo in grado di fornirvi perizie medico-legali di parte.

Le fasi della nostra attività:

  1. Analisidella dinamica dell’incidente

  2. Costituzione delle prove a sostegno della dinamica del sinistro

  3. Valutazione della ripartizione delle responsabilità nella causazione del sinistro

  4. Valutazione delle eventuali lesioni subite, al fine di poterle documentare e provare con accertamenti e perizie medico-legali

  5. Consulenza medica e psicologica al fine di quantificare il danno biologico e morale subito

  6. Consulenza legale penale al fine di sporgere denuncia-querela per lesioni colpose subite

  7. Trattazione con la compagnia assicurativa o con il diretto responsabile del danno, al fine di ottenere il massimo risarcimento in via stragiudiziale

  8. Qualora non venga raggiunto un accordo soddisfacente con la compagnia assicurativa, avvio delle cause giudiziarie civili e penali per il tramite dei nostri Avvocati specializzati.

Nel caso di incidente stradale mortale si applica la procedura ordinaria RCA, quindi, la richiesta di risarcimento danni andrà avanzata contro il responsabile dell’incidente, contro la compagnia di assicurazioni dell’auto che ha provocato l’incidente, nonché per conoscenza, alla propria compagnia di assicurazioni, cautelativamente.

INFORTUNI SUL LAVORO

Con il termine infortunio sul lavoro si definisce un evento traumatico avvenuto in occasione di lavoro e provocato da una “causa violenta”, per effetto del quale il lavoratore ha riportato una o più delle seguenti conseguenze:

  • Inabilità temporanea assoluta che abbia determinato una astensione dal lavoro per più di 3 giorni

  • Inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale

  • Morte.

Si parla, invece, di malattia professionale qualora ricorrano le seguenti circostanze:

  • La malattia deve essere stata contratta a seguito dell’esposizione al rischio specifico determinato dalle lavorazioni assicurate

  • Il lavoratore deve essere persona assicurata contro gli infortuni e le malattie professionali

  • Deve sussistere un rapporto causale diretto ed efficiente tra l’origine professionale e la malattia

  • La malattia deve rappresentare l’effetto di una graduale e progressiva azione causata dei fattori professionali.

Per i danni riportati a seguito dell’infortunio sul lavoro o della malattia professionale (se qualificati come “indennizzabili” e rientrante in determinati parametri specifici), il lavoratore ha diritto:

  • Alle prestazioni sanitarie ed economiche previste dall’INAIL

  • Alla liquidazione del danno (il cosiddetto “danno differenziale”) da parte del proprio datore di lavoro o, eventualmente, dalla sua compagnia assicurativa

  • All’eventuale liquidazione del danno nei confronti del responsabile civile.

Il nostro team di professionisti esperti e specializzati in tale ambito, sarà in grado di farvi ottenere i massimi indennizzi e risarcimenti sia dall’ INAIL che dal responsabile civile (datore di lavoro).

Le fasi della nostra attività:

  1. Valutazione legale preliminare dell’effettiva possibilità di richiedere un risarcimento

  2. Valutazione della documentazione medica per accertare se sussistere un nesso causale tra danno ed evento

  3. Visita medico-legale e psicologica per quantificarne il danno subito

  4. Richiesta di risarcimento danni al responsabile civile ed eventuale denuncia penale

  5. Ricorso amministrativo nel caso in cui l’ INAIL rifiuti di corrispondere le prestazioni o le corrisponda in misura non adeguata

  6. Trattazione con il diretto responsabile del danno (e con la sua eventuale compagnia assicurativa) al fine di ottenere il massimo risarcimento in via stragiudiziale

  7. Qualora non venga raggiunto un accordo soddisfacente con la compagnia assicurativa, avvio delle cause giudiziarie civili e penali per il tramite dei nostri Avvocati specializzati.

MALASANITA’

Per Malasanità si intende la non corretta esecuzione della prestazione medica, ovvero un errore nella diagnosi, nell’esecuzione o nella prestazione di terapie accessorie che abbia cagionato un danno al paziente aggravandone le condizioni fisiche o causando la nascita di una nuova patologia.

Sempre più di frequente la cronaca riporta di allarmanti episodi di malasanità che provocano un danno alla salute o addirittura il decesso del paziente, come ad esempio:

  • Diagnosi omessa, errata o ritardata

  • Difetto di assistenza

  • Errore medico o terapeutico in ambito sanitario

  • Errato o ritardato intervento chirurgico

  • Mancata o errata informazione circa le conseguenze dell’intervento

  • Dimissione precoce del paziente non ancora stabilizzata

In materia di risarcimento danni da Malasanità è sempre opportuno distinguere due casi: il primo dove il medico sia incorso in colpa lieve (per mancanza di diligenza o per negligenza) e il secondo quello in cui il medico o personale paramedico sia in colpa grave (per imperizia).

A tal fine è importante munirsi innanzitutto di una perizia medico-legale nella quale si dichiara la responsabilità dell’errore medico specificandone i danni causati.

La nostra società mette a vostra disposizione un team di periti, di medici legali e di avvocati convenzionati, con l’obiettivo di tutelare i vostri interessi e di farvi riconoscere il massimo risarcimento per i danni subiti.

Le fasi della nostra attività:

  1. Valutazione legale preliminare dell’effettiva possibilità di richiedere un risarcimento

  2. Valutazione preliminare della documentazione medica per accertare se sussistere realmente una responsabilità medica e quindi un nesso causale tra danno ed evento

  3. Visita medico-legale e psicologica al fine di confermare il nesso causale tra danno ed evento e di quantificarne il danno biologico e morale subito

  4. Richiesta di risarcimento danni al responsabile civile ed eventuale denuncia penale

  5. Trattazione con il diretto responsabile del danno (e con la sua eventuale compagnia assicurativa) al fine di ottenere il massimo risarcimento in via stragiudiziale

  6. Qualora non venga raggiunto un accordo soddisfacente con la compagnia assicurativa, avvio delle cause giudiziarie civili e penali per il tramite dei nostri Avvocati specializzati.

ALTRI SINISTRI

Nel caso incorriate in sinistri coperti da Polizze assicurative, la nostra società potrà assistervi nel verificare attentamente tutte le clausole contrattuali, al fine di farvi ottenere il massimo risarcimento, tramite una trattativa diretta con i periti della compagnia assicurativa, che sempre più spesso offre il pagamento di una cifra irrisoria e non adeguata.

Siamo specializzati nella trattazione di Polizze che coprono i seguenti rami assicurativi:

  • Morte

  • Infortuni

  • Invalidità e non autosufficienza

  • Malattia

  • Spese sanitarie

  • Incendio e allagamento

  • Furto e atti vandalici

  • Eventi naturali.

Le fasi della nostra attività:

  1. Valutazione preliminare del sinistro e della reale copertura assicurativa

  2. Studio approfondito delle condizioni della polizza assicurativa

  3. Costituzione delle prove a sostegno della dinamica dell’evento

  4. Consulenza medica e psicologica al fine di quantificare il danno biologico e morale subito

  5. Inoltro della richiesta di indennizzo alla compagnia assicurativa

  6. Trattazione con la compagnia assicurativa o con il diretto responsabile del danno, al fine di ottenere il massimo risarcimento in via stragiudiziale

  7. Qualora non venga raggiunto un accordo soddisfacente con la compagnia assicurativa, avvio delle cause giudiziarie civili e penali per il tramite dei nostri Avvocati specializzati.